• Pavia:

Rapinati e picchiati: presa la banda di origine romena

Avevano aggredito e rapinato due anziani all'interno della loro villa, alla frazione Montesano di Filighera. Un'azione rapida e violenta, con le vittime picchiate, minacciate di morte e costrette a consegnare il denaro e tutti gli oggetti preziosi che avevano in casa. A distanza di due anni, però, i membri della banda sono stati identificati e arrestati dai carabinieri. Si tratta di cinque uomini, tutti di origine romena: il più giovane aveva solo 18 anni all'epoca della rapina. I fatti risalgono al 3 novembre del 2016, quando i rapinatori erano entrati all'interno della villa nella frazione Montesano con spranghe di ferro e pistole. Avevano aggredito e picchiato due ottantenni, marito e moglie, per farsi consegnare denaro e preziosi, per un valore complessivo di circa 30 mila euro. Poi erano fuggiti, ma nei giorni seguenti si erano resi responsabili di altri due furti, in una stazione di carburante di Pavia e in una farmacia di Valle Salimbene. Dopo i colpi erano tornati in Romania, convinti di averla fatta franca, ma grazie al lavoro dei carabinieri, in stretto contatto con la polizia romena, sono stati tutti arrestati. I militari avevano infatti scoperto che il basista della banda aveva lavorato per i due anziani come muratore. Dopo aver visto la casa, aveva chiamato i suoi complici dalla Romania e aveva organizzato la rapina nei minimi dettagli. Lui, un 31enne, e un altro ragazzo di 20 anni erano già stati arrestati nel 2017 e avevano patteggiato una pena di 3 anni di carcere. Gli altri tre membri della banda sono invece stati fermati nelle scorse ore e si trovano in carcere a Torre del Gallo. Dovranno ora rispondere di rapina aggravata.