• Pavia:

Un’intera palazzina allacciata abusivamente alla corrente

Blitz dei carabinieri al palazzone di Castello D’Agogna, lo stabile di sei piani all’ingresso del paese più volte salito alla ribalta delle cronache per situazioni ai limiti della legalità o oltre. Proprio dalle segnalazioni era partita l’azione che ha visto coinvolto personale delle stazioni di Zeme, Robbio e dell’aliquota operativa della compagnia di Vigevano, insieme alla polizia locale di Castello D’Agogna e a personale Enel. I carabinieri, infatti, hanno dapprima verificato la presenza di allacci abusivi alla rete elettrica. Si è scoperto che ben cinque inquilini avevano creato un quadro elettrico parallelo collegato abusivamente al contatore delle parti comuni. Ma non è finita qui. Nell’intervento, che ha coinvolto 12 uomini e sei mezzi e che ha attirato l’attenzione di diversi cittadini giunti sul posto per complimentarsi con l’iniziativa delle forze dell’ordine, si è anche proceduto al controllo di tutte le persone presenti. Gli otto soggetti (sette rumeni e un italiano) che abitavano negli alloggi allacciati abusivamente alla rete elettrica sono stati denunciati per furto di energia, mentre per gli altri sono in corso accertamenti. Le autorità locali, inoltre, stanno verificando la situazione strutturale e sanitaria dell’edificio, che registra diverse problematiche strutturali e di igiene pubblica. Non è da escludersi, quindi, che possano arrivare ulteriori provvedimenti.