• Pavia:

Cilavegna, cacciatori insultati dagli ambientalisti. Intervengono i Carabinieri

Ancora un episodio di intolleranza verso i cacciatori in Lomellina. È accaduto nelle campagne di Cilavegna. È qui che, sabato mattina, alcuni cacciatori stavano esercitando la loro attività quando sono stati raggiunti da un gruppo di 7 attivisti dei diritti degli animali che avrebbero iniziato ad insultarli e ad aggredirli verbalmente, tentando di farli desistere. I cacciatori a quel punto hanno chiamato i carabinieri che sono prontamente intervenuti, riportando la situazione alla normalità, identificando i sette attivisti e facendoli allontanare dalla zona per evitare ulteriori battibecchi. Per fortuna nessuno ha riportato ferite nel parapiglia. Non è la prima volta che nel Pavese accadono episodi simili. Lo scorso 14 ottobre due fratelli di Brescia erano stati avvicinati da un gruppo di attivisti mentre si preparavano alla giornata di caccia ed erano stati costretti a ripiegare le armi e cambiare zona. La vicenda era stata riportata dalla consigliera regionale Barbara Mazzali che, prendendo le difese dei due cacciatori, aveva presentato un esposto e incontrato il Questore di Pavia per chiedere più tutele per chi esercita l’attività venatoria, motivo di scontri sempre più accesi anche alla luce delle infrazioni alla normativa che vengono riscontrate dalle guardie volontarie e dalla polizia provinciale di Pavia.