• Pavia:

Stradella, omicidio Lavdari: 14 anni a Simone Maddaluno

È stato condannato a 14 anni di carcere Simone Maddaluno, il 19enne di Stradella che nell’estate 2017 uccisse con una coltellata il 17enne albanese Pandi Lavdari al termine di un litigio. Oltre alla pena, Maddaluno è stato condannato a risarcire con 1 milione di euro la famiglia della vittima. I legali del giovane stradellino, che al momento si trova agli arresti domiciliari, hanno affrontato il processo con rito abbreviato e così la pena di 21 anni è stata ridotta a 14. All’origine della tragedia, sembra ci fosse una rivalità per una ragazza che, involontariamente, scatenò il primo litigio tra i due. Quella sera, alla discoteca Fonti di Recoaro di Broni, finì con una scazzottata tra i due. Ma il lunedì successivo, Pandi e Simone si sono incontrati di nuovo, questa volta a Stradella, nei pressi delle poste. L’italiano che aveva portato con sé un coltello da campeggio, solo per spaventare l’albanese, acciecato dall’ira al termine di un nuovo litigio, finì per usarlo. Una sola volta. Ma il fendente centrò al cuore il 17enne. A quel punto Maddaluno tornò a casa, forse senza immaginare il destino a cui aveva condannato il suo rivale che morì dopo alcune ore di agonia. Secondo quanto aveva riferito a più riprese il suo avvocato, Simone Maddaluno non voleva che finisse così e si è profondamente pentito del suo gesto.