• Pavia:

Accoltellato fuori dalla discoteca Boscaccio, chiuso il locale per 15 giorni

Dopo aver individuato e denunciato il responsabile dell’accoltellamento avvenuto nella nottata tra il 24 e il 25 novembre, nel piazzale antistante il locale pubblico “Boscaccio” di Zerbolò,  a seguito del quale un diciassettenne,  nato a Magenta e residente a Santo Stefano Ticino, veniva trasportato presso il Policlinico San Matteo di Pavia e dimesso con una prognosi di quindici giorni per ferita d’arma da taglio, ieri , i carabinieri della stazione di Gropello Cairoli hanno proceduto a notificare al proprietario del locale un provvedimento firmato dal Questore di Pavia, di chiusura cautelare per quindici giorni ai sensi dell’articolo 100 del TULPS. I Carabinieri hanno, infatti, appurato che la controversia tra la vittima e l’indagato era già iniziata all’interno della discoteca in cui,  nel febbraio e aprile 2018,  si erano già verificati episodi di risse e scontri tra alcuni avventori. Il provvedimento di pubblica sicurezza, era stato richiesto,  nell’immediato dai Carabinieri di Gropello per fronteggiare il naturale allarme sociale generatosi, è dopo una rapida istruttoria la Questura di Pavia, a testimonianza di una stretta ed efficace sinergia tra l’Arma dei Carabinieri e la Polizia di stato Pavesi,  ha valutato sussisterne i requisiti per l’emissione della notifica di chiusura.