• Pavia:

Gli iscritti alla segreteria del Pd: “Costernazione per i litigi a mezzo stampa”

Una lettera alla segreteria provinciale e ai segretari di circolo per richiamare il partito ad una maggiore serietà. Sono ancora tesi i nervi all’interno del Pd e ad accendere la miccia è ancora una volta la gestione delle trattative in vista delle prossime elezioni di Pavia. Per questo 19 iscritti si sono rivolti direttamente a via Taramelli con due richieste ben precise: avere un resoconto dell’attività svolta finora dal Pd Del capoluogo, riguardo alla formazione della coalizione di centrosinistra e, in generale, alle attività e iniziative intraprese per le elezioni comunali di Pavia 2019. Ma soprattutto si chiede di aprire una discussione circa le modalità di comunicazione in merito alle attività elencate al primo punto, sia all’interno sia verso l’esterno del partito.

Tale richiesta è motivata, si legge nella lettera, dalla "costernazione con cui abbiamo osservato lo svolgersi dell’aspro dibattito tra diversi esponenti del Partito Democratico sulla stampa locale negli ultimi tempi. Riteniamo infatti che il confronto tra le diverse posizioni, riguardo alla scelta del candidato sindaco e alla costruzione della coalizione, debba essere ricondotto nei suoi luoghi naturali, ossia l’assemblea e la segreteria cittadina, e non avvenire tramite dichiarazioni pubbliche che hanno l’unico effetto di danneggiare il Pd di Pavia agli occhi dell’opinione pubblica e dell’elettorato pavese". Insomma, che i panni sporchi si lavino in famiglia o quantomeno tra le quattro mura della sede di via Taramelli.