• Pavia:

Sannazzaro, picchiata dal compagno davanti alla figlia

Malmenata dal compagno davanti alla figlia di nove anni. È successo a Sannazzaro, dove un 28enne rumeno è stato denunciato per le violenze compiute ai danni della convivente, una donna ucraina, anch’ella di 28 anni. È stato l’istinto della giovane a salvarla, con l’aiuto di alcuni passanti. Domenica pomeriggio, infatti, era avvenuto l’ennesimo episodio: una lite che il rumeno aveva deciso di concludere a suon di botte. Succedeva spesso, ultimamente, bastava un nonnulla per scatenare la violenza. Questa volta, però, la 28enne ucraina ha deciso di fuggire: ha preso la figlioletta, che aveva assistito alla scena, ed è scesa in strada mettendosi a urlare. Alcuni passanti, allarmati alla vista di questa donna ferita e disperata con a fianco la sua bambina, le sono giunti in soccorso. Qualcuno ha chiamato i carabinieri e i medici del 118. La vittima è stata portata all’ospedale di Voghera, dove le hanno dato una prognosi superiore alle tre settimane. In questi casi la denuncia scatta in automatico, anche se il compagno rumeno è rimasto a piede libero. Dopo le medicazioni, la donna, insieme alla figlia, è stata portata in una comunità protetta, al riparo dalle violenze che era costretta a subire in casa a opera del partner.