• Pavia:

Maltempo, attesa la piena del Po. Livello di guardia 1

Circa 6 metri in 48 ore. Tanto si è innalzato il livello del fiume Po in provincia di Pavia a seguito dell’intensa ondata di maltempo che ha colpito il nord Italia. Nel tardo pomeriggio di martedì il livello al ponte della Becca si attestava a circa 3 metri sopra lo zero, solo pochi giorni fa era fermo a -2.80. L’agenzia interregionale per il po ha diramato nelle scorse ore un’allerta criticità da ordinaria in questa zona, cioè, si prevede in sostanza che il colmo della piena atteso nella notte tra martedì e mercoledì supererà i 3,50 metri sullo zero restando però al di sotto dei 4,50 metri, soglia a cui scatta il livello di guardia 2, detto di moderata criticità. Al momento dunque il Po resta sorvegliato speciale e la pausa asciutta di queste ore aiuterà a smaltire le intensissime precipitazioni dei giorni scorsi quando è stato in realtà il vento a procurare i maggiori pericoli, in particolare nella giornata di lunedì. Qui siamo in alta val tidone, nei pressi della frazione Panigà di Zavattarello, dove le raffiche hanno letteralmente sradicato un albero che a sua volta ha provocato seri danni a questa strada comunale e distruggendo un piccolo cascinale. Probelmi anche a Romagnese dove sono stati scoperchiati alcuni tetti. Ma purtroppo secondo i meteorologi la pausa mite e soleggiata di martedì non è destinata a durare a lungo. Già nel pomeriggio di mercoledì si potrebbero avere le prime avvisaglie di un intenso peggioramento che coinvolgerà il nord Italia fino a sabato. Sull’intensità delle precipitazioni previste gli esperti non si sbilanciano, ma è evidente che cadendo su un territorio già al limite della capacità di assorbimento e drenaggio le piogge potrebbero causare seri problemi e far innalzare ulteriormente il livello dei fiumi e del Po in particolare.