• Pavia:

Pavia, daspo per i locali. Da oggi giro di vite del Comune contro la malamovida

Locali chiusi a mezzanotte dal lunedì al venerdì e all’una il sabato: scatta oggi il giro di vite dell’amminstrazione del Mezzabarba contro la cosiddetta mala movida. Residenti che non riescono nemmeno a rientrare a casa, bloccati da un muro di persone e pattuglie delle forze dell’ordine che non vogliono neppure rischiare di attraversare alcune strade del centro storico. Una situazione che si verifica ormai con una certa costanza in determinate vie della movida del capoluogo rendendo il fenomeno ormai ingestibile. E così il sindaco Depaoli ha deciso per il pugno duro: daspo di quindici giorni per quaranta locali del centro di Pavia. Del resto i numeri forniti non lasciano spazio ad interpretazioni: negli ultimi mesi sono stati 91 gli interventi effettuati dalla sola polizia locale: la maggior parte, 22, in vicolo San Sebastiano, e poi 19 in via Volturno e via Beccaria, 11 in via Cravos e 10 in piazza Cavagneria. L’ultimo, la goccia che ha fatto traboccare il vaso, si è verificato proprio in piazza Cavagneria dove un vigile è stato preso a bottigliate ed è stato costretto a ricorrere al pronto soccorso, come già accaduto ad altri due colleghi nelle scorse settimane. Per questo, oltre alle 200 sanzioni elevate nel 2018 per consumo di alcolici nel vetro e la chiusura di un locale che somministrava alcol ai minori in queste ore scatta un altro provvedimento: sulla base di un’ordinanza, per 15 giorni i locali delle vie in cui si sono registrati gli interventi dei vigili dovranno chiudere a mezzanotte, con eccezioni mercoledì 31, serata di Halloween, e il sabato all’1.