• Pavia:

Caccia, aggrediti due cacciatori da un gruppo di attivisti ambientalisti

Animalisti contro cacciatori, ancora un caso in provincia di Pavia. Stando alla denuncia del consigliere regionale di Fratelli d'Italia, Barbara Mazzali, nei giorni scorsi due uomini sono stati aggrediti nel pavese da un gruppo anti-caccia. I due fratelli, originari del bresciano, attorno alle otto del mattino stavano preparando l'attrezzatura vicino a un capanno. In quel momento sono arrivate diverse persone, che hanno insultato e minacciato i due cacciatori, senza che questi reagissero alle provocazioni, scrive in una nota la consigliera di centrodestra. "I cacciatori non hanno minimamente reagito alle forti provocazioni del gruppo anti-caccia, che al contrario è stato verbalmente molto violento, e hanno poi sporto denuncia. Tutto ciò è stato documentato da un video, che ho mandato al Questore di Pavia allegato al mio esposto. Alla fine i due hanno dovuto rinunciare alla loro giornata di caccia, sebbene avessero ovviamente tutti i permessi necessari". "Appare evidente - si legge nel comunicato - che lo scopo ultimo degli attivisti fosse quello di intralciare l’esercizio dell’attività venatoria e di gettare discredito sull’intera categoria, cercando di provocare una reazione violenta della persona insultata, in modo poi da attaccarla. La tranquillità e il sangue freddo mantenuto dai due fratelli hanno convinto gli attivisti a recarsi altrove, ma ormai il danno era fatto e anche un altro cacciatore è stato poi importunato." Si tratta certamente non di casi sporadici, ma di un'attività strutturata. Quello che è successo domenica 14 ottobre potrà capitare ancora e per questo chiedo interventi affinché i cacciatori possano esercitare un loro legittimo diritto, ha concluso Mazzali.