• Pavia:

Vandalizzata a Voghera la sede della Lega ed il negozio di un libraio

Insulti scritti con lo spray sulle vetrine della sezione della Lega e anche su quelle di un libraio di via Cavour. È accaduto a Voghera l’altra sera e del fatto sono state informate le forze dell’ordine a cui è stata sporta denuncia. Tra i militanti del carroccio c’è chi pensa all’opera di un teppista isolato, forse entrato in azione in vista di un imminente incontro con l’assessore regionale all’autonomia Stefano Bruno Galli che venerdì sarà a Voghera per parlare di cultura e identità locali. Il fatto che, assieme alla sede della Lega, sia stata presa di mira una libreria, secondo alcuni osservatori potrebbe essere spiegato con la vicinanza del titolare Giovanni Bottazzi, agli ambienti della destra cittadina. Solidarietà alla Lega e al libraio è stata espressa da Casapound che parla di gesto vergognoso, scaturito da un clima di tensione alimentato dalla sinistra. C’è da chiedersi se questi paladini della libertà di parola – ha spiegato Lorenzo Cafarchio di Casapound – sarebbero in grado di sostenere un reale confronto culturale”. Ma sul caso è intervenuta anche la deputata vogherese Elena Lucchini, che ha bollato la vicenda come un atto contrario alla democrazia. Non è la prima volta che in città le sedi dei partiti vengono imbrattate con scritte ingiuriose. Di recente era capitato alla sede del partito democratico e in passato già altre volte sempre alla sede della Lega.