• Pavia:

Mede, prende fuoco un treno carico di gas infiammabile

Un rischio enorme si è corso mercoledì sera a Mede. Il locomotore di un treno che trasportava un liquido altamente infiammabile ha improvvisamente preso fuoco. È successo poco prima delle 19, il convoglio era partito dalla raffineria di Sannazzaro e stava percorrendo la linea ferroviaria Alessandria-Pavia. Arrivato alle porte di Mede, dalla motrice diesel è iniziato a uscire del fumo. Prontamente il macchinista ha arrestato il treno e dato l’allarme. Sono arrivate squadre di vigili del fuoco da Mede, Mortara, Robbio e Voghera, che hanno proceduto prima a isolare il locomotore dai vagoni e poi a spegnere il principio d’incendio. Se le fiamme si fossero estese alle cisterne, sarebbe potuto accadere il finimondo. Il convoglio trasportava propilene, un derivato del petrolio. Il principio d’incendio è avvenuto in un punto in cui la ferrovia tocca marginalmente l’abitato di Mede, e si è reso necessario evacuare i residenti di via per Castellaro. Nel frattempo, il macchinista e un tecnico presente sul treno sono stati soccorsi dai medici del 118 per una lieve intossicazione. Tutto, comunque, si è risolto per il meglio: una volta completata la messa in sicurezza del convoglio, gli evacuati hanno potuto fare rientro nelle proprie abitazioni. Il treno è stato poi rimosso dai binari nel corso della notte, e alla mattina la linea Pavia-Torreberetti-Alessandria è tornata regolarmente in funzione.