• Pavia:

Picchia la moglie e finisce in carcere. Preso anche lo scippatore delle “nonne”

Era in affidamento ai servizi sociali perchè si era reso colpevole di diversi reati in passato. Ma questo non gli ha impedito di mantenere un atteggiamento aggressivo, soprattutto in famiglia. Per questo motivo un 40enne di Marcignago è stato arrestato nelle scorse ore dai carabinieri. L'uomo, che nell'ultimo processo aveva chiesto l’affidamento in prova per evitare il carcere, al termine di un litigio aveva picchiato la convivente che si era rivolta alle forze dell'ordine. Per lui è scattata la revoca della misura alternativa e si sono aperte le porte di Torre del Gallo. Stessa sorte per un 54enne di Vidigulfo che, dopo aver ottenuto i domiciliari, aveva derubato donna anziana nelle scorse settimane. Al termine dell'indagine i militari lo hanno identificato come il responsabile dello scippo e anche per lui sono scattate le manette. Gli uomini dell'Arma, nelle scorse ore, hanno denunciato altre tre persone. Un pregiudicato 50enne di Bereguardo, anche lui in prova ai servizi sociali, perchè trovato in possesso di un’arma giocattolo priva del tappo rosso e di 50 cartucce calibro 7.65. Un 43enne di Mezzanino, fermato per un controllo a Linarolo, che aveva nella sua auto un coltello lungo più di 15 centimetri, 5 grammi di marijuana e 2 grammi di hashish. E infine un 35enne di Milano: quest'ultimo era stato fermato lungo provinciale 27, nei pressi di Giussago, per un alcol test. Quando i carabinieri hanno visto che il tasso alcolico nel sangue sfiorava i 3 grammi per litro, quando il massimo è di 0,5, gli hanno ritirato la patente. L'uomo, in evidente stato di alterazione, ha pensato bene di insultarli ripetutamente ed è stato quindi denunciato per guida in stato di ebbrezza e per oltraggio a pubblico ufficiale.