• Pavia:

Regione Lombardia, 2,4 milioni di euro per l’emergenza casa in provincia

Un’autentica emergenza a Pavia e in tutta la provincia: il tema della casa, mai come in questi anni, rappresenta una spia rossa accesa nel tessuto sociale ed economico del territorio. Per questo i 2 milioni e 400mila euro stanziati da Regione Lombardia per tutta la provincia di Pavia rappresentano una boccata d’ossigeno.

Si tratta di risorse stanziate dal Pirellone per tutte le famiglie residenti con regolare permesso di soggiorno che non sono in grado di pagare l’affitto e quindi di mantenere un alloggio. In totale la giunta Fontana ha messo a disposizione per tutto il territorio regionale oltre 32 milioni di euro. I fondi stanziati per la nostra provincia saranno così ripartiti: poco più di 200mila euro verranno destinati all’emergenza abitativa (saranno assegnati come contributo antisfratto da 1500 a 5mila euro); 400mila euro invece andranno alla morosità incolpevole: potranno beneficiarne tutti gli inquilini del libero mercato che non riescono a pagare l’affitto, a patto di possedere un reddito isee non superiore ai 26mila euro. Il contributo massimo previsto è di 12mila euro: cifra che dovrebbe servire a pagare i debiti e trovare un nuovo appartamento.

La fetta più sostanziosa del finanziamento regionale, un milione e 700mila euro, è inquadrato come contributo di solidarietà per Aler ed i comuni. Risorse per tutte le famiglie che non che non sono in grado di sostenere il canone di locazione sociale.