• Pavia:

Voghera, 63 famiglie sull’orlo dello sfratto. Arrivano gli aiuti

Sono più di 60 le famiglie della valle Staffora che nell’ultimo hanno evitato lo sfratto con i contributi regionali destinati alla cosiddetta morosità incolpevole, cioè in pratica quando non si riesce a pagare per una giusta causa: un esempio su tutti, chi perde il posto di lavoro, chi ha un alloggio di proprietà all’asta a seguito di pignoramento per mancato pagamento delle rate di mutuo, i nuclei familiari con reddito prodotto solo da una pensione, chi è in grave disagio economico o in condizione di particolare vulnerabilità. Lo ha reso noto il comune di Voghera che, come capofila del locale piano di zona, ha appena approvato l’ultima assegnazione di contributi per circa 13mila euro con riferimento all’anno 2017. Siamo particolarmente soddisfatti di essere riusciti a dare sostegno a 63 famiglie – ha spiegato l’assessore al welfare di Voghera Simona Virgilio - con questi interventi  per il mantenimento delle abitazioni in locazione o per la ricerca di nuove soluzioni abitative. Le risorse per il contrasto all' emergenza abitativa sono state gestite a livello di ambito distrettuale per migliorare l'efficacia degli interventi». Gli interventi sono stati effettuati dal Comune di Voghera in qualità di ente capofila del Piano di Zona dell’ambito distrettuale a favore di una famiglia residente a Bagnaria, una famiglia residente a Cecima, una famiglia residente a Godiasco Salice Terme, due famiglie residenti a Retorbido, tre famiglie residenti a Rivanazzano Terme e 55 famiglie residenti a Voghera.