• Pavia:

Pavia, salve le indennità di maestre ed educatrici

Non ci sarà nessuno taglio in busta paga per le 120 maestre comunali al centro di un lungo tira e molla nelle scorse settimana. Saranno così di nuove pagate le indennità di turno alle insegnanti delle scuole materne e alle educatrici dei nidi gestiti dal Mezzabarba. Un taglio iniziale in busta quantificato in 120 euro al mese causato dall’entrata in vigore del nuovo contratto collettivo degli enti locali.

La vertenza, che aveva avuto strascichi anche in consiglio comunale, è stata sanata grazie all’intervento della giunta che ha dato mandato ai dirigenti di valutare la possibilità di versare l’indennità fino alla firma del nuovo contratto integrativo. Un indirizzo politico che gli uffici hanno recepito: verranno così garantiti i pagamenti delle somme lasciate in sospeso lo scorso mese di giugno. Il braccio di ferro tra sindacati e amministrazione comunale è stato per il momento superato, così come lo stato di agitazione.

Una delibera con cui il comune vuole provare a tutelare sia le maestre che le educatrici dei nidi cittadini: in totale 120 lavoratrici. Una vittoria per i dipendenti perché, seppur con un altro tipo di indennità, i soldi in busta - 120 euro mensili - saranno comunque garantiti.