• Pavia:

Pavia, inosservanza delle norme di sicurezza: multa da 6 mila euro a una palestra

Seimila euro di multa per una serie di irregolarità riscontrate nel corso di un controllo mirato. Prosegue l'attività dell'Arma dei Carabinieri, da tempo impegnata anche sul fronte del rispetto delle norme di sicurezza sui luoghi di lavoro. A 24 ore dall'operazione che ha permesso di scoprire un'organizzazione dedita al caporalato in Oltrepò, i carabinieri sono intervenuti anche nel pavese. I militari della compagnia di San Martino Siccomario, con la collaborazione dei colleghi del NAS di Cremona, il Nucleo Antisofisticazioni e Sanità, e di quelli dell'Ispettorato del lavoro di Pavia, hanno fatto scattare una serie di controlli nelle aziende alle porte di Pavia. Più precisamente, gli uomini dell'Arma hanno effettuato un'ispezione in una nota palestra in via Bramante, proprio alle porte della città. Qui hanno scoperto che alcuni dipendenti non erano mai stati sottoposti alle visite mediche necessarie e che in alcuni casi non avevano seguito i corsi per la sicurezza sul lavoro. Mancavano poi una serie di dati e firme sul documento di rilevazione dei rischi dell'azienda, altro motivo per cui i carabinieri hanno comminato sanzioni per un totale,
come detto, di 6 mila euro. Nessuna irregolarità invece dal punto di vista sanitario, l'azienda - in questo caso - ha superato tutti i controlli. L'attività dell'Arma in materia di sicurezza sul lavoro, fanno sapere dal comando provinciale, proseguirà anche
nelle prossime settimane con controlli a campione nelle aziende del territorio.