• Pavia:

Rider investita mentre sta effettuando una consegna a Pavia. L’autista scappa

E' stata investita da un'auto mentre stava effettuando una consegna e il conducente, un ragazzo giovane, non si sarebbe nemmeno fermato per aiutarla. Una brutta avventura che coinvolge, ancora una volta, un rider, ovvero una persona che consegna cibo a domicilio. L'incidente è avvenuto sabato sera, attorno alle nove e mezza, in viale Nazario Sauro a Pavia. La vittima è una giovane di 26 anni, investita mentre attraversava la strada. Dopo l'arrivo dei soccorsi la ragazza è stata trasportata al pronto soccorso del San Matteo: qualche contusione e tanto spavento, ma per fortuna nessuna conseguenza grave per lei. L'incidente ha riacceso però i riflettori sul ruolo dei rider, lavoratori che operano senza le tutele di garanzia dei Contratti di Lavoro e della Previdenza. In un comunicato, la Filt Cgil di Pavia punta il dito contro quella che viene definita una situazione paradossale: "Quello dei rider è un lavoro che si svolge prevalentemente in strada, potenzialmente rischioso, pagato a cottimo e senza copertura INAIL in caso di infortunio o INPS in caso di malattia. E' profondamente ingiusto che dei lavoratori che guidano in strada, che consegnano dei carichi, che corrono dei rischi, non abbiano il diritto alle stesse tutele degli altri lavoratori. Come Filt CGIL e come CGIL Pavia sosteniamo e rivendichiamo da tempo che a questi lavoratori deve essere riconosciuto il contratto collettivo nazionale e vadano estese le tutele del mondo del lavoro." La 26enne alcune settimane fa si era rivolta proprio al sindacato, per capire come ottenere più diritti. Assieme al fidanzato, ora, si rivolgerà anche all'assicurazione, nella speranza di ottenere una qualche forma di rimborso dopo l'incidente.