• Pavia:

Bando periferie, Pavia chiede un incontro a Centinaio e Toninelli

E’ ancora il blocco del bando periferie ad accendere la discussione politica nel capoluogo. 7 milioni e mezzo di euro congelati che, uniti ai due e mezzo messi a disposizione del Mezzabarba, avrebbero permesso interventi di una certa rilevanza in città: la nuova fermata dell’S13 con la rivoluzione viabilistica nei pressi del Dea e poi lavori sulle case popolari e nei quartieri. Se il bandolo della matassa dovrà essere sbrogliato a Roma, la politica pavese però non intende aspettare con le mani mano. Già nel prossimo consiglio comunale, calendarizzato per lunedì, la maggioranza chiederà un impegno concreto ai ministri Centinaio, della Lega, e Toninelli, del Movimento 5 Stelle, entrambi eletti nel collegio di Pavia e chiamati quindi a difendere le istanze del territorio. In caso di risposta negativa, come si legge nell’ordine del giorno firmato dai consiglieri comunali del Pd, non è escluso un ricorso al Tar. Intanto anche l’amministrazione non resta con le mani in mano: nelle scorse ore il comune ha completato i passaggi per i progetti pavesi inseriti nel bando.