• Pavia:

Blitz anti prostituzione: controlli a tappeto nei centri massaggio

31 mila euro di multa e una denuncia per una lunga sfilza di irregolarità riscontrate all'interno del negozio. I carabinieri del Nucleo Ispettorato del lavoro di Pavia, assieme ai colleghi della stazione di Belgioioso, hanno effettuato una serie di controlli, nella notte tra domenica e lunedì, per contrastare il fenomeno dello sfruttamento della prostituzione ed quello dei reati predatori, come furti e rapine. Proprio nel capoluogo i militari hanno ispezionato un centro massaggi cinese, da tempo al centro dell'attenzione delle forze dell'ordine. Gli uomini dell'Arma hanno riscontrato numerose irregolarità, tra cui la presenza di un lavoratore in nero, violazioni delle norme che riguardano il servizio di prevenzione e protezione e di quelle relative all'antincendio e al primo soccorso. Il titolare, un 45enne cinese, è stato denunciato a piede libero e dovrà pagare, come detto, una serie di sanzioni che ammontano a circa 31 mila euro. Con il supporto dei colleghi delle stazioni di Casorate Primo, Bereguardo, Marcignago, Trivolzio e Giussago, i carabinieri di Pavia hanno fatto scattare una serie di controlli anche nell'hinterland. Un pregiudicato di 42 anni è stato denunciato a Giussago perchè era alla guida di un'auto senza aver mai conseguito la patente di guida: il veicolo è stato sequestrato.
Un altro pregiudicato pavese, un 49enne, è stato invece denunciato a Cava Manara per possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere, perché sorpreso in via Fermi con un coltello a serramanico nella tasca dei pantaloni. Stessa sorte per un 36enne che è stato invece fermato al quartiere Scala di Pavia con un mazza da baseball in alluminio all'interno della sua auto. I controlli hanno permesso anche di denunciare altre tre persone, tra cui due cittadini extracomunitari, sorpresi a rubare all'interno di negozi e centri commerciali.