• Pavia:

Bando rifiuti a Robbio e Cilavegna: il Clir non partecipa. Si presentano quattro aziende di livello nazionale

Un cambiamento storico si annuncia per Cilavegna e Robbio, che nel prossimo futuro non saranno più serviti dal Clir per la raccolta dei rifiuti. L’ufficialità è arrivata nelle scorse ore quando si sono aperte le buste contenti le offerte per la gara d’appalto nei due comuni per i prossimi sei anni (con possibilità di rinnovo per ulteriori tre anni). Il Clir non ha partecipato, a presentarsi sono state invece quattro aziende più grandi, di caratura nazionale. La decisione di Cilavegna e Robbio di mettere a gara il servizio di raccolta rifiuti è uno strappo evidente: entrambi i comuni hanno quote azionarie piuttosto considerevoli all’interno del Clir, ed è la prima volta che un socio si rivolge ad altri rompendo quello che era di fatto un monopolio. Le polemiche politiche sono state molto forti. Da Cilavegna e Robbio si contesta il servizio reso da Clir, giudicato non più sufficientemente competitivo in termini economici e qualitativi. Per sapere chi sarà il vincitore dell’appalto (del valore di 6,7 milioni di euro) serviranno ancora diverse settimane, in quanto un’apposita commissione analizzerà nel dettaglio la qualità delle offerte, oltre che la proposta economica.