• Pavia:

Vigevano, trovata la droga nella doccia. Blitz della Polizia

La droga nascosta all’interno del tubo di metallo che sostiene la tendina della doccia. Un nascondiglio davvero ingegnoso quello messo in atto da un 34enne tunisino residente a Vigevano, finito in manette grazie a un’indagine della polizia di Stato. All’interno di quel tubo sono stati trovati nove involucri contenenti 7 grammi di cocaina ciascuno. È servito il fiuto dell’unità cinofila della polizia locale, di supporto all’operazione, per scovare lo stupefacente. Lo spacciatore, regolare sul territorio italiano ma con precedenti, aveva messo in piedi un giro abbastanza consistente, se si considera che al momento dell’arresto aveva in casa contanti per mille euro, probabile frutto dell’illecita attività. I poliziotti, dopo diversi appostamenti, avevano compreso che la cessione della droga avveniva sul portone di casa del tunisino, dove il pusher riceveva i clienti. La cocaina smerciata sulla piazza vigevanese proveniva da Milano. Quando gli agenti hanno fatto scattare il blitz, oltre ai soldi, hanno trovato soltanto modiche quantità di stupefacente. Da lì l’idea di ricorrere all’aiuto dell’unità cinofila per una seconda perquisizione, da cui è saltata fuori la droga nascosta nella doccia. I poliziotti, inoltre, hanno trovato un secondo nascondiglio dietro a un lampadario a muro, sempre contenente cocaina: era la dispensa principale, in quanto all’interno ne sono stati trovati ben 115 grammi. Il 34enne tunisino, come detto, è stato arrestato, mentre soldi e stupefacente sono stati sequestrati.