• Pavia:

Scoperta una maxi discarica abusiva in centro a Pavia

Una discarica abusiva a due passi dal naviglio, con cataste di rifiuti di ogni tipo abbandonati in mezzo a piante ed erbacce. E' quello che hanno trovato gli ufficiali di polizia giudiziaria di Arpa e i carabinieri forestali di Pavia in un blitz scattato martedì mattina in via Cesare Correnti, al civico 69. L'area era da tempo sotto osservazione da parte delle guardie ecologiche volontarie che nelle scorse settimane hanno utilizzato anche dei droni per effettuare una serie di ricognizioni in quello che a tutti gli effetti si è rivelato essere un deposito a cielo aperto. 3000 metri quadrati, su un'area grande poco meno di 5000, occupati da rifiuti di ogni tipo, anche pericolosi: durante il blitz sono state trovate automobili, pneumatici, vernici, elettrodomestici, mobili e ferraglia, abbandonati e parzialmente coperti dalla vegetazione. L'intera struttura è di proprietà di un 71enne, che abita a poca distanza dalla discarica a cielo aperto. L'uomo avrebbe cercato di spiegare la provenienza di tutto il materiale, ma senza riuscire a convincere gli uomini dell'Arma che gli hanno notificato una denuncia per abbandono di rifiuti e discarica abusiva. I militari e gli ufficiali di polizia giudiziaria di Arpa hanno posto i sigilli al portone di ingresso dell'area, che dovrà necessariamente venire bonificata. Il proprietario rischia ora una pena da sei mesi a due annie una multa fino a 26 mila euro. Le indagini sono ancora in corso per verificare l'esatta provenienza dei rifiuti.