• Pavia:

Scuola, 26 istituti con il preside condiviso

Un autentico giro di presidi che ridisegnerà la geografia scolastica di Pavia e dell’intera provincia. Con un dato particolare e da analizzare: una scuola su due, ovvero 26 su 55, dovrà fare i conti con un dirigente scolastico condiviso. E questo perché il concorso per i nuovi presidi è in ritardo ed i quattro andati in pensione dirigevano due scuole ciascuno.

Tradotto in termini pratici significa che sono otto in tutto gli istituti rimasti senza preside. Un ritardo, peraltro, di cui il ministero era ampiamente a conoscenza. Entrando nel merito dei cambiamenti, Bruna Spairani dall’Istituto comprensivo di San Martino andrà a dirigere il liceo Cairoli di Pavia: posto rimasto vacante dopo la morte di Francesco Rubiconto. Oler Grandi, dal Bordoni, sarà il nuovo preside del Taramelli-Foscolo: il vecchio dirigente scolastico, Dario Codegoni, è andato infatti in pensione. Stefano Gorla, proveniente da fuori provincia, andrà all’Istituto Comprensivo di Corso Cavour a Pavia al posto di Daniela Buzio che è andata in pensione. Oltre a lei e Stefano Codegoni sono andati in pensione anche Roberto Gardino a Robbio - Garlasco e Beatrice Tornari, preside dell’Ipsia Calvi di Voghera e da maggio reggente al Faravelli a Broni – Stradella dopo la chiamata di Agnese Canevari a Roma per un incarico alla presidenza del consiglio dei ministri.