• Pavia:

Pavia, aggredito e rapinato al Vul. La vittima è un 32enne

Un colpo fotocopia, che fa pensare allo stesso gruppo di malviventi. La gang dei rapinatori in bici avrebbe colpito ancora, a distanza di pochi giorni. La vittima, in questo caso, è un uomo di 32 anni che nel pomeriggio di martedì si stava riposando all’area Vul, a Pavia, a pochi passi dal Ticino. I due aggressori lo hanno tenuto d'occhio e sono entrati in azione quando nelle vicinanze non stava passando nessuno. Sono scesi dalle biciclette e lo hanno accerchiato, spingendolo con violenza e facendolo cadere a terra. Hanno preso il suo cellulare e poi sono scappati in sella alle bici, facendo perdere le loro tracce. Il 32enne è rimasto sotto choc per alcuni minuti e non ha subito avvertito le forze dell'ordine. Anzi, si è rialzato ed è andato alla farmacia di Borgo Ticino per acquistare cerotti e disinfettante, visto che perdeva sangue. Solo dopo un'ora ha deciso di chiamare la polizia, che è arrivata sul posto per i rilievi. Troppo tardi, però, per rintracciare i rapinatori. L'uomo è stato poi convocato in questura dove ha sporto denuncia contro ignoti e ha descritto sommariamente l'aspetto dei due malviventi. Le indagini sono in corso, ma per il momento non è possibile stabilire con certezza se i rapinatori del Vul siano gli stessi dello scippo di via Ferrini. In quell'occasione, domenica scorsa, tre persone avevano aggredito e rubato la borsetta a una pensionata di 83 anni. Anche loro erano in bicicletta e sono poi fuggiti con il bottino. Su entrambi i casi stanno indagando gli agenti della squadra mobile e della squadra volante. Non è escluso che si possa anche trattare di una banda di cinque o sei persone che agiscono in tempi e in posti diversi.