• Pavia:

Traffico di droga, preso l’ultimo pusher della maxi gang nordafricana

L'indagine si è conclusa con l'arresto, martedì mattina, di un 40enne marocchino, l'ultimo membro della banda che da tempo aveva preso il controllo delle piazze di spaccio nelle campagne dell'hinterland pavese, nei comuni lungo il Po, ma anche a Vistarino, Copiano e Gerenzago. I carabinieri di Stradella hanno dato un duro colpo al traffico di droga, portando a termine, con una lunga serie di attività, 14 arresti: si tratta di pusher, per lo più nordafricani, che operavano in piccoli gruppi, in modo autonomo ma coordinato. Erano cinque le batterie di spaccio che si dividevano il territorio, con un giro d'affari da decine di migliaia di euro al giorno. I militari hanno monitorato centinaia di scambi tra clienti e spacciatori. Oltre ai 14 spacciatori arrestati, gli uomini dell'Arma hanno denunciato altre 9 persone che facevano da "tassisti" o da vedette per gli spacciatori. Nel corso dell'operazione, ribattezzata Azziza, i militari hanno anche sequestrato un chilo di eroina e circa 100 grammi di cocaina, diverso materiale per il confezionamento e quasi 16 mila euro in contanti. Sono 174, invece, le persone segnalate alle varie prefetture come consumatori di stupefacenti. Il passaggio della droga avveniva in zone isolate e con una frequenza impressionante: i carabinieri hanno calcolato centinaia di telefonate al giorno fatte dai clienti agli spacciatori. Una volta accordatisi sul quantitativo di droga, lo scambio avveniva rapidamente. I malviventi, però, non sapevano che da tempo le forze dell'ordine erano sulle loro tracce.