Tribunale Pavia, 4 anni di ritardo per il cantiere lumaca

La relazione al ministero della Giustizia è stata inviata alcuni giorni fa. Il presidente Annamaria Gatto chiede che si accelerino i tempi per la chiusura almeno del primo lotto dei lavori all'interno del tribunale di Pavia , costati 5 milioni di euro. La struttura è da tempo oggetto di una profonda ristrutturazione, iniziata dopo l'accorpamento dei tribunali di Voghera e Vigevano, ma tra ritardi della burocrazia e contrattempi non prevedibili, non da ultimo il fallimento della ditta che stava eseguendo l'intervento, il traguardo sembra davvero ancora lontano. Le altre imprese coinvolte nella ristrutturazione hanno dovuto aspettare un anno e mezzo prima di ricevere i soldi dal ministero e ancora mancano i 7 milioni necessari per completare gli interventi di ristrutturazione e messa a norma degli impianti elettrici ed idrici. La nuova ala, che accoglie la procura e una parte degli uffici del tribunale, è praticamente terminata, ma i lavori nella parte più vecchia stanno iniziando solo in queste settimane. È stata anche consegnata la palazzina che ospita la magistratura di sorveglianza, ma ancora è bloccato il recupero del sottotetto. Insomma un cantiere ancora a metà, quello del tribunale, per il quale si è mosso anche il deputato di Forza Italia Alessandro Cattaneo che si dice pronto a coinvolgere la commissione giustizia.