• Pavia:

Infrastrutture, sviluppo ed ambiente: le tre priorità della politica. A Pavia il tavolo per la competitività della Regione

Infrastrutture, sviluppo economico e ambiente. Sono questi i punti fondamentali su cui hanno insistito tutti gli attori presenti questa mattina al tavolo per la competitività della Provincia di Pavia. Un incontro che arriva a due mesi di distanza dall'insediamento della nuova giunta regionale guidata da Attilio Fontana che vede una forte presenza di consiglieri del territorio. Una provincia in sofferenza, la nostra, così l'hanno descritta le categorie professionali, dagli industriali agli agricoltori, e i sindacati. Per questo motivo bisogna individuare le priorità su cui intervenire, ha spiegato l'assessore regionale allo sviluppo economico Alessandro Mattinzoli.
Nel corso dell'incontro si è tornato a parlare del recupero delle aree dismesse, veri e propri buchi neri che pure potrebbero contribuire al rilancio del territorio. A Pavia gli occhi sono puntati sull'area Ex Neca, dopo uno stop di 11 anni: in Comune è stato presentato un Piano di intervento in variante al Pgt, una bozza che dovrà ora venire verificata. Altro tema spinoso resta quello della manutenzione delle strade e qui la regione ha confermato l'impegno economico promesso alcune settimane fa: 45 milioni di euro in tre anni per tutte le province lombarde, 15 milioni all'anno per risolvere una situazione limite. Al tavolo per la competitività era presente anche il ministro delle politiche agricole Gian Marco Centinaio, che è tornato a parlare anche della Pac, la Politica agricola comune, su cui incombe la scure dei tagli dell'Unione Europea: una prima stima parla di circa 35-40 milioni di euro in meno per la Lombardia, un dato che preoccupa non poco il mondo dell'agricoltura.