• Pavia:

Nuovo incendio alla ditta di trattamento rifiuti Eredi Bertè: Mortara ripiomba nell’incubo dopo appena nove mesi

Secondo incendio in nove mesi, il primo il settembre scorso, alla ditta Eredi Bertè di Mortara, azienda che tratta rifiuti speciali. Attorno alle 16 di oggi pomeriggio, venerdì, è scattato l'allarme quando le fiamme sono divampate nel cuore del grande mucchio di materiale stoccato nel cortile dell'azienda mortarese, zona ancora sotto sequestro dopo l'incendio dello scorso anno. Pare, secondo le prime ricostruzioni dei fatti, che l'incendio sia stato causato da un'autocombustione visto il caldo torrido del pomeriggio. Sul posto sono intervenute diverse squadre di pompieri arrivate da Mortara, da Vigevano, Robbio e Pavia. A controllare il traffico e la circolazione dei mezzi sono arrivati i Carabinieri e i Vigili Urbani di Mortara. Tra le prime operazioni effettuate l'utilizzo di materiale antincendio da parte dei pompieri mentre una ruspa a provveduto a spandere i rifiuti colpiti dal rogo. Sul luogo, attorno alle 17, è arrivato anche il sindaco di Mortara per accertarsi dell'accaduto. Intanto la città è piombata ancora una volta nell'incubo, come nel settembre scorso: gente in strada spaventata dalla coltre di fumo che si è sollevata e che ha invaso la zona di corso Torino in quando il vento tirava da quella parte. Sul posto per i primi rilevamenti dell'aria sono accorsi Arpa e Ats Pavia; mentre i volontari della Croce Rossa di Pavia stanno presidiando la zona in caso di problematiche sanitarie. Presenti anche i vertici della sala operativa provinciale per le emergenze.