• Pavia:

Condannato in Cassazione il moldavo che ha investito la consigliere del Pd

E' stata confermata anche in Cassazione la condanna a 15 anni di carcere per Radion Suvac, il trentenne moldavo accusato di aver investito la consigliera del Pd di Pavia Elena Madama nel novembre del 2014. I giudici hanno respinto il ricorso dell’imputato contro la sentenza d’appello. Già nel maggio scorso gli avvocati di Suvac avevano presentato un dossier di 60 pagine per cercare di scagionare il giovane: secondo la difesa, infatti, i testimoni che lo avevano riconosciuto alla guida della Opel Insignia bianca sarebbero tratti in inganno dalla pioggia e dalla velocità dell’auto. La Corte d'Appello di Milano aveva però confermato in toto la sentenza di primo grado del tribunale di Pavia, compresi i 100 mila euro per risarcimento danni a Elena e i 50 mila per l'Ats, la vecchia Asl. Lunedì, in tarda serata, è arrivata anche la decisione dei giudici della Cassazione. Suvac dovrà restare in carcere per 15 anni perchè ritenuto responsabile delle accuse di tentato omicidio, ricettazione e rapina. La sera del 12 novembre 2014 Elena sta percorrendo a piedi la strada che l'avrebbe portata a recuperare la sua macchina, in Piazza Italia. Qui l'auto guidata da Suvac le avrebbe tagliato la strada; Elena si ferma e comincia a discutere con i due occupanti, quando a un certo punto l'auto riparte, la travolge e la trascina per 700 metri lungo tutta strada Nuova. Vicino al ponte Coperto l'auto si ferma e i due uomini a bordo fuggono a piedi, lasciando Elena esanime a terra. Radion Suvac è stato arrestato nel maggio del 2015 a Piacenza, dove era ospite di connazionali. Il suo complice non è mai stato identificato.