• Pavia:

Mortara, piscina coperta inagibile. La struttura chiude

È durato una sola stagione l’intervento per rendere di nuovo agibile la piscina coperta di Mortara. Dal primo giugno, infatti, la struttura di via dell’Arbogna è chiusa al pubblico. Il comune ha diramato una vera e propria ordinanza di chiusura, dovuta ai problemi della copertura. La questione era nota da tempo. Nella primavera del 2017 una tromba d’aria scoperchiò il tetto della piscina, rendendo inevitabili urgenti lavori di ripristino. Ne venne fuori una vera e propria corsa contro il tempo, che si concluse alla fine di settembre, quando l’impianto venne riaperto. La piscina, quindi, tornò agibile giusto in tempo per l’inizio della stagione agonistica invernale, permettendo agli atleti della Padana Nuoto di potersi allenare al coperto a Mortara dopo essere stati ospitati per qualche mese nei comuni vicini. Si sapeva, però, che l’intervento d’urgenza, da solo, non sarebbe bastato, e che occorrevano lavori più consistenti. Il costo per una completa messa in sicurezza si aggira attorno ai 300.000 euro, soldi che il comune in questi nove mesi non è riuscito a trovare. Ecco quindi che, con l’inizio della bella stagione, la tradizionale chiusura estiva è coincisa con l’ordinanza che rende di fatto inagibile l’impianto. Nessun problema per la parte scoperta, sia chiaro, ma se non si troverà una soluzione per il tetto, a settembre la piscina rischia di non riaprire. Il comune aveva prospettato la possibilità di dare in gestione la struttura ad Asm, che si sarebbe accollata gli investimenti necessari. Il tempo, però, comincia a essere tiranno, e il conto alla rovescia per la stagione invernale è già partito.