Brillanti Swarovsky per convincere i cinghiali a non provocare incidenti

Brillanti Swarovski per convincere i cinghiali a non provocare incidenti. Detta così la sperimentazione per ridurre l’impatto della fauna selvatica sulle strade dell’Oltrepo potrebbe suonare surreale, oltreche folle. E invece, è proprio quello che sta pensando di fare la provincia di Pavia per limitare il problema nelle zone in cui è più sentito e cioè la valle staffora e le valli quelle collegate. Si tratta, in buona sostanza, di speciali catarinfrangenti che, una volta illuminati dai fari delle auto, creano una sorta di muro di luci anche colorate a bordo strada, totalmente innocue per i guidatori ma che hanno dimostrato in oltre trent’anni di utilizzo per esempio in Germania e Alto Adige, di riuscire a bloccare il passaggio degli animali selvatici, avvertendoli dell’arrivo dell’auto, e di ridurre notevolmente gli incidenti. Il primo dispositivo griffato dalla nota azienda di gioielli è stato installato sulla provinciale 7 della val di nizza, e presto ne verrà posizionato uno sull’ex statale del penice non lontano da Cecima e ancora sulla 74 a Fortunago, ma nel corso del tempo è prevista l’installazione di quasi migliaio di questi dispositivi.