• Pavia:

Ragazzini fanno cagnara e lui li sgrida: l’uomo viene picchiato dai giovanissimi

È sceso per chiedere a quel gruppo di ragazzi non fare troppa cagnara, che c’era gente che voleva riposare, ma ha scatenato la furia del branco che lo ha aggredito e pestato brutalmente. Sfortunato protagonista di questa disavventura un 51enne residente in via Trento a Stradella, nei pressi di un bar frequentato anche a tarda serata. Attorno alle 4 dell’altra mattina, l’uomo, che aveva ospite la figlia e la nipote appena nata, è sceso in strada. Ha fatto pochi passi sul marciapiede e ha scambiato qualche parola poco amichevole col gruppetto di giovani, poi si è diretto verso il locale, per parlare con il titolare. Non sarebbe stata la prima volta che a tarda notte veniva svegliato da urla e schiamazzi. A quel punto sarebbe stato aggredito alle spalle con calci e pugni, è caduto a terra e lì è continuato il pestaggio. Finchè lo stesso barista, accortosi di quello che stava accadendo, è uscito per prestargli soccorso e chiamare un’ambulanza. Gli agressori, sembra fossero in 5 o 6 e giovanissimi, sono scappati facendo perdere le loro tracce. L’uomo è stato portato in ospedale per accertamenti ed è stato dimesso il giorno successivo con 10 giorni di prognosi per le botte ricevute. Intanto sul posto sono arrivati i carabinieri che hanno avviato le indagini per risalire all’identità degli aggressori. Nonostante la fuga, secondo acune indiscrezioni sarebbero già stati identificati: si tratterebbe di giovani residenti in città. Rischiano accuse pesanti, oltre a quelle per lesioni e rissa, anche l’omissione di soccorso. Dopo la denuncia presentata dal 51enne, il questore  di Pavia ha disposto la chiusura del locale per 10 giorni.