• Pavia:

Padre e figlio smerciano merce contraffatta: blitz della Finanza a Vigevano

Un intero furgone pieno zeppo di prodotti con marchi contraffatti. È quanto sequestrato dalla Guardia di Finanza di Vigevano in un’operazione per prevenire e reprimere il commercio abusivo e la contraffazione, in seguito alla quale due persone sono state denunciate. Un’impresa di famiglia dedicata all’abusivismo, dato che i due sono padre e figlio. Insieme gestivano un mercatino del tarocco ambulante, utilizzando come deposito la propria abitazione e il furgone bianco sequestrato dalle Fiamme Gialle. Per arrivare alla loro denuncia, gli uomini guidati dal capitano Federica La Manna hanno svolto diversi appostamenti nei pressi di un centro commerciale molto frequentato dove i due erano soliti piazzarsi per vendere la loro merce. Al momento dell’intervento, in esposizione c’erano 150 pezzi tra borse, portafogli, cinture, capi di abbigliamento e scarpe. I marchi erano la riproduzione di grandi firme quali Prada, Michael Kors, Alviero Martini, Stella McCartney, Gucci, Luis Vuitton, Nike e Colmar. Non è finita qui, perché i finanzieri hanno trovato altri 1000 pezzi, che sono stati considerati merce rubata. Padre e figlio, con diversi precedenti di polizia, non erano infatti in grado di dimostrarne la provenienza. Ulteriori pezzi sono stati trovati nell’abitazione dove i due vivevano. L’attività svolta rientra tra le misure messe in campo dalla Guardia di Finanza per aggredire il fenomeno della contraffazione, che danneggia il mercato e sottrae opportunità di lavoro alle imprese che rispettano le regole.