• Pavia:

Movida molesta: ancora polemiche in centro a Pavia

La serata inizia all'insegna di una festa, quella dei ragazzi dei collegi che celebrano la chiusura dell'undicesima edizione della ormai nota Caccia al Tesoro. In piazza del Carmine un centinaio di giovani cantano e intonano cori, l'atmosfera è chiassosa, ma rilassata. Poco dopo la festa finisce e i ragazzi si spostano verso il centro: è martedì sera, quella del 24 aprile, le piazze e le strade si riempiono della movida. Ci sono universitari e ragazzi delle scuole, si beve molto, qualcuno si sente male: i soccorritori del 118 cercano di passare per piazza Duomo, ma uno dei piloncini è manuale e non si riesce ad aprirlo. Alla fine il giovane viene raggiunto e aiutato dai medici a piedi, sotto gli occhi degli amici. Per fortuna non è successo nulla di grave, ma sono immagini che riaprono l'eterna discussione sulla movida e sulla sua gestione da parte delle istituzioni. I residenti, ormai quasi rassegnati, continuano a chiedere maggiori controlli: sull'alcol servito all'interno dei locali -già nei mesi scorsi i carabinieri avevano comminato diverse sanzioni in centro- e sull'atteggiamento degli stessi ragazzi, sorpresi spesso ad abbandonare rifiuti in strada o a espletare bisogni corporali sui portoni dei palazzi. Scene non proprio edificanti, su questo sono tutti d'accordo, frutto della maleducazione di qualche incivile. Anche la questione sicurezza continua però a tenere banco: difficile gestire tutte le chiamate di soccorso che arrivano nel corso del weekend o prima delle feste. Oltre alle consuete risse, qualche giorno fa le forze dell'ordine erano dovute intervenire su richiesta di un giovane che aveva spiegato di essere stato minacciato con un coltello da uno sconosciuto. Alcol, rumore e disordini, insomma: la stagione della mala movida sembra essere ricominciata e per i residenti del centro si preannunciano mesi lunghi e difficili.