• Pavia:

Mortara, bilancio in ritardo. Lettera di richiamo dalla prefettura, giovedì ultima chiamata

Sarà un consiglio comunale estremamente caldo quello in programma per giovedì sera a Mortara. L’assise cittadina è infatti chiamata ad approvare il bilancio di previsione, ed è fortemente in ritardo rispetto ai limiti di legge che imponevano di concludere la pratica entro fine marzo. Mortara aveva beneficiato della proroga concessa dalla prefettura che spostava in via eccezionale il termine a fine mese, ma già dieci giorni fa era arrivata una tirata d’orecchi da parte del prefetto: una vera e propria diffida a convocare il consiglio comunale entro fine mese, cosa che era poi avvenuta con la seduta prevista lo scorso martedì 17 aprile. Per quella data, però, i conti non erano pronti. O almeno, il bilancio era stato chiuso soltanto qualche ora prima dell’inizio del consiglio comunale, troppo poco perché i consiglieri avessero materialmente il tempo di consultare i documenti. Ecco quindi che si è proceduto a un nuovo rinvio, questa volta a giovedì, che dovrebbe essere la volta buona. Anche perché, se il bilancio non venisse approvato entro lunedì prossimo, il comune verrebbe commissariato. Nelle stesse condizioni di Mortara ci sono anche Castello D’Agogna, Torre d’Isola e Zenevredo, dove anche qui i consigli comunali sono stati convocati nei prossimi giorni. Verso il commissariamento, invece il comune di Lardirago, dove, a causa di dissidi interni alla maggioranza, il bilancio non verrà approvato in tempo. La prefettura, stante queste condizioni, è ormai prossima a proclamare la decadenza di sindaco, giunta e consiglio comunale.