• Pavia:

Prima chiama i soccorsi, poi minaccia i sanitari con un bastone. Denunciato un 48enne di Dorno

Chiama il 118 perché si sente poco bene, però poi minaccia i sanitari con un bastone. È successo a Dorno, protagonista della vicenda un pregiudicato italiano di 48 anni. Questi aveva effettuato una telefonata al numero di emergenza mentre si trovava per strada a tarda sera, sostenendo di avere dei capogiri. Quando il personale di soccorso era arrivato per prendersi cura di lui, questi aveva cominciato a inveire. Non contento, aveva poi preso un bastone e aveva minacciato i paramedici. Inevitabile la richiesta di aiuto ai carabinieri, giunti con una pattuglia da San Giorgio. I militari hanno subito capito chi si trovavano di fronte: il 48enne, infatti, poche ore prima aveva chiamato le forze dell’ordine per ricevere assistenza durante una lite in casa avuta con il fratello. Alla base c’erano ragioni economiche, ma, complici i fumi dell’alcol in preda al quale era stato trovato il pregiudicato, i dissidi famigliari rischiavano di prendere una brutta piega. I carabinieri lo avevano calmato e invitato a rivolgersi a un legale, e invece lui probabilmente è tornato a rivolgersi alla bottiglia. Ecco quindi il secondo intervento degli uomini dell’arma in serata, questa volta per difendere gli operatori del 118 dalle minacce. Questa volta, però, il 48enne pregiudicato non se l’è cavata con poco: dopo essere stato fermato dal suo delirio bastone in mano (non senza difficoltà da parte dei carabinieri), è stato portato all’ospedale di Vigevano e sottoposto ad assistenza sanitaria obbligatoria, infine denunciato con un procedimento formalizzato dai carabinieri della stazione di San Giorgio.