• Pavia:

Consorzio vini: l’8 maggio sarà eletto il presidente. Due i nomi più gettonati

Le indiscrezioni del previnitaly sul volto del nuovo presidente del consorzio prendono sempre più corpo: dopo l’assemblea dell’8 maggio in cui verrà eletto il nuovo consiglio,  potrebbe essere un testa a testa tra Roberto Lechiancole, attuale presidente della Strada del vino e Fabio Tonalini, patron della cantina storica il Montù. Questo nonostante l’azionista di maggioranza del consorzio, la cantina Terre d’Oltrepo, con il suo presidente Andrea Giorgi, anch’egli nella rosa dei candidati, inviti alla prudenza e a non mettere il carro davanti ai buoi: prima si fanno i consiglieri, poi si vedrà – ha spiegato. In ogni caso è questione di giorni e il consorzio dei vini dell’Oltrepo, reduce dalla maratona che ha portato dopo mesi se non anni di studi e trattative all’approvazione dei nuovi discplinari di produzione indicherà il prossimo direttivo che resterà in carica tre anni. I circa 200 soci aventi diritto al voto potranno scegliere i 15 consiglieri tra una rosa di 24 candidati, divisi nelle tre categorie di produttori, vinificatori e imbottigliatori. La sfida è quella di restituire alla denominazione un posto al sole nell’olimpo dei vini italiani attraverso una promozione al passo con i tempi e un rigore produttivo che dovrebbe essere garantito dai nuovi disciplinari, che attendono ancora la pubblicazione nella gazzetta ufficiale e quindi la conferma dello Stato.