• Pavia:

Cassolnovo, arrestati giovanissimi che estorcevano soldi ad un coetaneo

Una banda di 5 giovanissimi, tra i 18 e i 26 anni, di nazionalità diverse, che si erano messi insieme per estorcere denaro a un loro coetaneo. I sei, i cinque aguzzini e la loro vittima, erano da tempo al centro delle attenzioni dei carabinieri della compagnia di Vigevano, per vicende ancora oggetto di indagine. Negli ultimi tempi, però, è successo qualcosa che ha spinto i militari a dover intervenire. Uno dei più piccoli del gruppo, un 18enne, l’unico non italiano e residente alla frazione Molino del Conte di Cassolnovo, era stato oggetto di ripetute minacce per via di un debito che aveva nei confronti di un soggetto esterno al gruppetto. Le pressioni nei confronti del giovane si erano fatte talmente forti che questi aveva chiesto aiuto ai carabinieri. La scorsa notte era fissato il momento della consegna dei soldi, a casa della vittima. L’abitazione era stata circondata da una decina di carabinieri, del nucleo operativo di Vigevano e della stazione di Gravellona, competente per territorio. Subito dopo la consegna della somma, i militari hanno bloccato gli estorsori. Si tratta di due 18enni rumeni, un russo di 26 anni, un egiziano 21enne e un 22enne di El Salvador, tutti residenti a Vigevano. I cinque sono stati perquisiti: addosso avevano le banconote oggetto dell’estorsione, che erano state segnate, un manganello in metallo e stupefacenti in modiche quantità. Nei successivi interrogatori condotti sotto la supervisione del sostituto procuratore di Pavia Morena Susi, gli arrestati hanno fatto quasi scena muta, ammettendo solo parzialmente le accuse. Sono stati portati in carcere a Torre del Gallo in attesa degli sviluppi.