• Pavia:

Casteggio, il rapinatore si è ripreso e deve testimoniare. Intanto venerdì l’assemblea sulla sicurezza

Ora il preseunto rapinatore, Stef Tuci, albanese di 25 anni, sta bene e può rispondere alle domande degli inquirenti: lo fanno sapere dal policlinico San Matteo, dove il 25enne albanese si trova ricoverato e piantonato dai carabinieri dopo essere stato raggiunto da un colpo di fucile all’addome nella tarda serata di martedì scorso. Dovrà spiegare perché si trovava assieme a un compare incappucciato come lui e con una spranga in mano nel giardino di Antonio Bonfiglio, il camionista 56enne, residente in una villa nella zona di via Norfalini a Casteggio, al confine con Montebello della Battaglia. L’albanese è accusato di tentata rapina, mentre l’autotrasportatore di eccesso colposo di legittima difesa. Intanto da Casteggio, dove molte persone si sono dette solidali con Bonfiglio, vista l’ondata di furti, che, soprattutto in alcune zone come Mairano, sta togliendo il sonno a molte famiglie, alcune forze politiche di centro destra hanno deciso di organizzare un incontro sul problema sicurezza che si terrà venerdì sera e a cui dovrebbe partecipare, oltre allo stesso camionista, anche il suo avvocato difensore Luca Angeleri. Nel corso della serata dovrebbe anche essere avviata una raccolta fondi per aiutare Bonfiglio, accusato oltre che di eccesso di legittima difesa anche di lesioni personali gravi, a sostenere le spese legali che si presenteranno nei prossimi mesi.