• Pavia:

Preso a Pavia l’autore dello scippo in viale Lungoticino

Lo hanno preso a nemmeno un'ora dall'ultimo colpo e nel weekend è finito davanti al giudice. Michele Casagrande, 19 anni, il responsabile dello scippo avvenuto venerdì sera, attorno alle 20, in viale Lungoticino Sforza a Pavia è stato arrestato dagli agenti della squadra mobile della Questura. Il ragazzo aveva avvicinato una donna e le aveva strappato la borsetta. La vittima non si era però data per vinta e si era messa ad urlare, inseguendo il ladro per la strada. In Lungoticino, in quell'istante, stava passando una pattuglia della polizia con agenti in borghese. Ai poliziotti sono bastati pochi secondi per capire cosa stava accadendo: hanno individuato il ragazzo e in meno di un minuto, sono scesi dall'auto e lo hanno bloccato, al tremine di un breve inseguimento a piedi. Lo hanno ammanettato e, dopo aver restituito la borsa con il denaro e i documenti alla legittima proprietaria, lo hanno portato in questura per gli accertamenti del caso. Il giovane avrebbe confessato di essere il responsabile di un altro scippo che era stato messo a segno, qualche settimana fa, sempre in viale Lungoticino. La polizia sta ora indagando per capire se oltre a quel colpo, possa essere il responsabile di un'altra decina di scippi segnalati in città: la testimonianza delle vittime e le immagini delle telecamere di sorveglianza potrebbero essere determinanti in questo senso. Il 19enne, sabato mattina, è andato a processo per direttissima: ha patteggiato una condanna a un anno e 4 mesi di carcere e il giudice gli ha concesso di scontare la pena ai domiciliari in piazzale Europa.