• Pavia:

Puntano un coltello al volto di una 70enne mentre è a letto: arrestate due giovani

Non semplici complici, ma vere e proprie ideatrici della rapina, con un ruolo attivo nello svolgersi dei fatti. Si aggrava la posizione delle due giovani denunciate per la rapina in casa ai danni di un’anziana avvenuta lo scorso 19 dicembre in corso Milano a Vigevano, tanto che il Gip di Pavia, su richiesta della procura, ne ha ordinato l’arresto. Un arresto poi eseguito lunedì sera alle 18 dai carabinieri della compagnia di Vigevano, che avevano curato le indagini fin dall’inizio. Nella notte tra il 18 e il 19 dicembre scorso, una donna di 70 anni venne svegliata mentre dormiva in casa sua da un bandito che, puntandole un coltello addosso, l’aveva costretta a consegnare denaro e gioielli. Il rapinatore fu poi identificato in un 20enne tunisino, che era entrato nell’abitazione aprendo la porta con una copia delle chiavi. A dargliele erano state proprio le due giovani complici, entrambe italiane, una 20enne e una pregiudicata all’epoca dei fatti 18enne. Erano state loro, secondo le ultime risultanze delle indagini, a ideare la rapina e a introdursi il giorno prima con uno stratagemma a casa dell’anziana per rubare le chiavi e farne quindi una copia. Poi avevano fatto fare il lavoro sporco al tunisino, mentre loro rimanevano da palo. Nella casa dove le giovani vivevano è stata trovata gran parte della refurtiva, poi restituita alla legittima proprietaria. La 20enne e la 19enne si trovano ora nella sezione femminile del carcere di Vigevano.