• Pavia:

Ha messo a segno due colpi in Posta: preso pregiudicato

Aveva messo a segno due colpi nel giro di poche ore, scatenando una vera e propria caccia all'uomo da parte delle forze dell'ordine. La polizia di stato, alla fine, ha arrestato il rapinatore all'interno della sua abitazione. L'uomo, Francesco Torre, originario della provincia di Catania, pluripregiudicato per reati dello stesso tipo, è entrato in azione nella mattinata di ieri, a Pavia. Con il volto coperto da una cuffia e uno scaldacollo fa irruzione nell'ufficio postale di via dei Mille, in Borgo, punta una pistola su clienti e dipendenti e urla: "Questa è una rapina". Fa spostare tutti sul fondo della sala e si impossessa di poche centinaia di euro, poi fugge a piedi facendo perdere le sue tracce. Sul posto arrivano in pochi minuti gli agenti della squadra mobile e della squadra volante che effettuano i primi rilievi e interrogano i testimoni, che descrivono il rapinatore come un uomo di corporatura normale, di circa 40 anni e alto un metro e settantacinque. Poco dopo, alla centrale operativa, arriva un'altra telefonata che segnala una seconda rapina all'interno di un supermercato in via Tasso: la descrizione del malvivente corrisponde e gli agenti si precipitano sul posto. Alcuni testimoni spiegano di averlo visto scappare in una via poco distante e i poliziotti riescono ad individuare il condominio dove si è rifugiato. L'intero stabile viene fatto evacuare e il rapinatore rimane bloccato nel suo appartamento, al secondo piano. Resosi conto di essere in trappola, l'uomo si arrende e viene arrestato dagli agenti, che nell'abitazione trovano la refurtiva delle rapine e una pistola finta, usata durante i colpi. Il 40enne si trova ora in carcere, in attesa dell'interrogatorio di garanzia.