• Pavia:

Il mondo del vino dell’Oltrepò dà l’addio a Gian Marco Moratti

È morto dopo una lunga malattia Gian Marco Moratti. Aveva 81 anni il presidente dell’azienda petrolifera Saras, fratello di Massimo ex presidente dell’’Inter, marito dell’ex sindaco di Milano Letizia e proprietario del castello di Cigognola in Oltrepo, dove anni fa aveva avviato un’azienda agricola che ha fatto della qualità la sua bandiera. Nato a Genova nel 1936, quattro figli, Gian Marco Moratti era un uomo piuttosto schivo nonostante numerose e importanti cariche ricoperte come quella di presidente dell’unione petrolifera italiana, di sostenitore della fondazione San Patrignano, quelle di consigliere di amministrazione di Bnl, Corriere della sera e dell’Inter, un vecchio e grande amore di famiglia. Prima del fratello Massimo, fu infatti il padre Angelo presidente della società dal 1955 al 1968. L’avventura enologica dell’Oltrepò per la famiglia Moratti iniziò nel 2005, quando Gian Marco assieme alla moglie Letizia decise di acquistare il castello, o meglio di riacquistarlo, perché fino agli anni 60 la dimora era di proprietà del padre di lei, Virgilio Brichetto che per questioni personali legate sembra alla sua deportazione a Dachau in tempo di guerra decise di venderlo. All’avvio della sua avventura enologica, Gian Marco Moratti decise di affidarsi all’esperienza del presidente di assoenologi Riccardo Cotarella che, nelle scorse ore, ha ricordato con commozione la figura del petroliere innamorato dell’Oltrepo. “è stato un amico a cui ho voluto molto bene – ha detto l’esperto – e che so avermene voluto altrettanto”.