• Pavia:

Voghera piste ciclopedonali per i non vedenti

Le piste ciclabili diventano percorsi tattilo-vocali. Aggettivo composto e complesso per fare una cosa molto semplice: ridurre i rischi per gli ipovedenti che, toccando con il bastone elettronico dei sensori ricevono messaggi che indicano pericoli, ostacoli o incroci. L’innovativa dotazione è stata inserita per la prima volta in provincia di Pavia lungo la pista ciclopedonale che collega il quartiere Medassino alla stazione ferroviaria. Oltre 600 in totale i sensori che saranno collocati lungo la tratta e in prossimità dell’incrocio tra corso 27marzo e viale del lavoro, dove sarà attivato anche un nuovo semaforo a chiamata. Questi permetteranno agli utenti di ottenere anche informazioni utili come la vicinanza di farmacie. Ecco come funziona: una persona non vedente e ipovedente dotata di bastone elettronico, scaricando sul cellulare una apposita Applicazione, verrà avvertita con un avviso sonoro. A fine mese i sensori verranno programmati dalla ditta incaricata e successivamente insieme a Uci (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) la pista verrà inaugurata.