• Pavia:

Vigevano, allarme per il tetto dell’ex Macello

Il tetto dell’ex macello si è improvvisamente imbarcato. La segnalazione giunge dal consigliere comunale Valerio Bonecchi, che ha postato su Facebook una foto dalla quale si vede chiaramente un avvallamento nella parte centrale del fabbricato di sinistra del complesso che si affaccia su piazza Volta. Già in passato nella struttura, abbandonata da tempo, si erano verificati dei controlli. Bonecchi assicura che questo nuovo avvallamento non è stato progressivo, ma si è reso visibile da un giorno all’altro. Un cedimento improvviso, insomma, che ha preoccupato non poco il consigliere di minoranza: “Non sono un esperto – scrive sul proprio profilo Facebook – ma penso che presto, purtroppo, dovremo lamentare il crollo di parte del tetto dell’ex macello”. Bonecchi, poi, attacca l’amministrazione che negli anni non è riuscita ad attivare un progetto di recupero per la grande aree dismessa che si trova alle porte del centro storico: “Un altro pezzo della storia della città che va in malora – prosegue Bonecchi che poi rincara la dose – mi auguro che questo non accada, né che ci sia qualcuno che non aspetta altro che questo avvenga per liberarsi di un problema non capendo che questo bene è una risorsa”. La questione macello è ferma da quando è naufragato il progetto di collocarvi un polo calzaturiero con una scuola di alta formazione sotto l’egida della Fondazione Piacenza e Vigevano. Dopo la firma di un protocollo, avvenuta nel 2013, il progetto si perse per strada per il mancato appoggio di Assocalzaturifici e il conseguente defilamento della stessa Fondazione. Negli scorsi mesi la parte antistante il macello, la costruzione che ospitava il Moto Club, è stata ristrutturata: l’intento era di ricavarne spazi per i servizi giovanili, iniziativa però che non si è ancora concretizzata. Nel corpo principale della struttura, invece, non sono mai stati effettuati interventi di ristrutturazione.