• Pavia:

Strappò lo scudo al carabiniere, poi il pestaggio: fermato un giovane di Belgioioso

E' un ragazzo di 22 anni che abita a Belgioioso uno degli autori del pestaggio del carabiniere Luca Belvedere avvenuto durante il corteo antifascista di Piacenza contro la riapertura di una sede di CasaPound. Il 22enne si chiama Moustafa Elshennawi, è di origine egiziana e lavora in una logistica di Piacenza. Secondo le indagini delle forze dell'ordine sarebbe stato lui a strappare lo scudo al carabiniere a terra, che era stato poi circondato e picchiato da una decina di persone, sotto gli occhi dei colleghi e dei giornalisti. Il ragazzo egiziano è stato immortalato dai video girati dalla polizia scientifica e dai fotografi presenti in via Sant’Antonino al momento degli scontri. Il carabiniere, dopo il pestaggio, era finito in ospedale con una spalla fratturata: i medici lo hanno giudicato guaribile in un mese. Dopo che il corteo si era sciolto, gli agenti si erano messi all'opera per individuare i responsabili dell'aggressione. In poche ore hanno scoperto che il 22enne che aveva strappato lo scudo del militare arrivava dal pavese e che viaggiava in treno per andare al lavoro. Gli investigatori si sono così rivolti ai colleghi della Polfer di Pavia, che in passato avevano già identificato il 22enne. Nelle scorse ore polizia e carabinieri si sono presentati davanti all'abitazione di Elshennawi, a Belgioioso, ma lui non era in casa. Gli agenti sono rimasti allora in attesa fino a che il giovane è rientrato. A quel punto gli investigatori gli hanno notificato la denuncia e il ragazzo rischia ora un processo penale e una pesante condanna. Assieme a lui sono state denunciate altre dieci persone e non è escluso che nelle prossime ore possano venire identificati altri attivisti presenti al corteo.