• Pavia:

Miradolo, 47enne ferito a colpi di fucile. Preso l’aggressore in tarda serata

La caccia all’uomo iniziata giovedì mattina all’alba si è conclusa nel tardo pomeriggio: Marcello Ciabatta, l’anziano di 79 anni che ha preso un fucile e sparato al volto a un 47enne ora ricoverato in ospedale in gravi condizioni è stato trovato dai carabinieri nei pressi della sua abitazione a Miradolo Terme, a bordo della sua utilitaria rossa, la stessa che si è cercata per tutto il giorno in provincia anche con l’ausilio di unità cinofile e di tre elicotteri dei carabinieri giunti da Orio al Serio in provincia di Bergamo. L’allarme è scattato attorno alle 7, quando il ferito è riuscito a chiedere soccorso ai residenti di una villetta del paese, in via Andronio, a quasi un chilometro dal podere in cui è stato colpito. Immediato l’intervento degli operatori del 118 che lo hanno trasportato al policlinico San Matteo dove è stato sottoposto a un delicato intervento per estrarre i pallini da caccia che lo avevano raggiunto al volto. È grave ma non sarebbe in pericolo di vita. Le ricerche dei carabinieri sono scattate in provincia di Pavia e in quelle confinanti di Lodi e Milano. Una caccia all’uomo durata tutto il giorno e che ha creato parecchio allarme in provincia. Ma alla fine, il pensionato, con diversi precedenti di polizia, è stato fermato e tratto in arresto. Sembra che alla base del folle gesto ci fosse un rancore covato da tempo non tanto verso la vittima, un milanese incensurato di 47 anni, quanto verso il titolare dell’allevamento di cavalli presso cui questi lavorava e che si trova a fianco della proprietà di Ciabatta. Secondo gli inquirenti la furia del pensionato potrebbe essere stata scatenata dalla compravendita di alcuni terreni non andata a buon fine per qualche ragione. Nel corso delle perquisizioni della casa dell’anziano i carabinieri avrebbero trovato diverse armi, anche queste, così come il fucile da caccia con cui ha sparato, non denunciate.