• Pavia:

Pavia, litigano zio e nipote. Uno viene accoltellato

Un litigio che si trasforma in una rissa, spunta un coltello e uno dei due litiganti viene ferito al collo e ad una mano. Scene di ordinaria follia, questa mattina attorno alle 6, in via Trieste a Pavia, non lontano dalla stazione degli autobus cittadina. Protagonisti due uomini, zio e nipote di origine algerina, entrambi ubriachi, che sono venuti alle mani prima che la situazione degenerasse. Non è ancora chiaro, al momento, il motivo del litigio: di certo, visto che entrambi erano alticci, l'alcol ha giocato un ruolo determinante. Dopo alcuni pugni e spintoni il più anziano dei due, un 48enne, ha estratto un coltello dalla tasca ed ha colpito almeno due volte il nipote di 46 anni, sotto la mandibola e ad una mano. Poi l'uomo si è allontanato prima dell'arrivo delle forze dell'ordine. A quel punto il 46enne ha chiamato il 118 e sul posto sono intervenuti i soccorritori della croce verde di Pavia che lo hanno medicato e poi trasportato in codice verde al pronto soccorso del policlinico San Matteo. Le ferite, per fortuna, non erano gravi e il 46enne è stato poi dimesso con una prognosi di 15 giorni, anche se l'intera viceda poteva finire molto peggio. Sul caso stanno ora indagando i carabinieri che hanno raccolto la testimonianza della vittima e identificato l'aggressore. Dato che la prognosi è inferiore a 20 giorni bisognerà attendere la denuncia del nipote per procedere nei confronti dello zio. Una volta formalizzata la denuncia, il 48enne potrebbe finire in tribunale con l'accusa di lesioni personali.