• Pavia:

Vigevano, appalto mense: doppio ricorso

Due ricorsi al Tar per l’appalto delle mense scolastiche del comune di Vigevano, che dal 2018 ha cambiato gestore passando dopo 15 anni dalla Pellegrini alla Vivenda. Un affare da dodici milioni e mezzo di euro in cinque anni, per cui è più che comprensibile che le aziende coinvolte vogliano percorrere ogni strada per tutelare i propri interessi. L’appalto è stato assegnato a Vivenda, una società con sede a Roma che ha iniziato a operare nelle scuole vigevanesi dopo le vacanze natalizie. Negli ultimi giorni, però, sono arrivati i ricorsi delle altre due ditte concorrenti, Sodexo e Pellegrini. Proprio la Sodexo, multinazionale del settore, si era classificata prima nella graduatoria ottenuta combinando i punteggi ottenuti per l’offerta economica e per le caratteristiche tecniche del servizio. La commissione giudicante, però, aveva considerato l’offerta economica inammissibile: secondo i calcoli dei tecnici la proposta era bassa in modo anomalo, tanto che l’azienda avrebbe fornito il servizio in perdita. In questo caso il regolamento degli appalti prevede l’esclusione e l’aggiudicazione alla seconda classificata, cioè la Vivenda. La Sodexo ha fatto ricorso contro la propria esclusione, ma anche la Pellegrini, arrivata terza, ha preso le vie legali per contestare la procedura. Il comune ha affidato la pratica al proprio legale, a questo punto deciderà il tribunale amministrativo. In attesa della sentenza, la Vivenda continuerà a operare come ha fatto nelle ultime settimane.